Ciò che non hai capito

Ciò che non hai capito erano i respiri.

I respiri caldi nella tua stessa aria.

I respiri ansimati che attendevano solo una parola.

La tua.

Ciò che non hai capito erano i sorrisi.

Talvolta stupidi, da bambina, emozionati nel perdersi dentro i tuoi occhi.

Sorrisi di donna, timidi, speranzosi.

Ciò che non hai capito erano i silenzi.

Radi o prolungati, urlavano bisogni, ansie, paure.

Urlavano amore.

Ciò che non hai capito ero io.

Sognante e desiderosa.

Donna illusa e persa.

Donna viva.

Donna da vivere.

Pubblicato da

Capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico. (Paul Sweeney)

Scrivimi cosa ne pensi :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...